mercoledì 29 dicembre 2010

CONTINUIAMO CON LE RICETTE DEL MENU' DI NATALE.....PRIMO e SECONDO

Ravioli del Plin alle erbe gratinati e in Crosta


Questa ricetta è la fusione di altre due che ho trovato in una rivista, è molto pratica e si può preparare in anticipo, basta avere un congelatore capiente.
Una settimana prima, ho preparato il pasticcio, facendolo anche cuocere, una volta ben raffreddato l'ho messo in congelatore e la sera della Vigilia l'ho tirato fuori, così la mattina di Natale li ho solo dovuto mettere la "crosta" e passare la teglia in forno 20/30 min. a 180°.


INGREDIENTI:

  • 500g di ravioli del Plin alle erbe (potete sostituirli anche con piccoli ravioli di magro o di carne, oppure tortellini. L'importante che siano piccoli)
  • 1 cartoccio più mezzo di panna da cucina vegetale (va bene anche quella normale)
  • 1 scamorza bianca
  • 100g di grana o parmigiano grattugiato
  • 250g di prosciutto di Praga tagliato spesso (io ho trovato uno stupendo prosciutto cotto al forno con le erbe nostrano, più economico e più buono)
  • un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 50g di burro
  • !/2 bicchiere di vino bianco secco
  • sale e pepe nero
Preparare gli ingredienti, affettare finemente la scamorza, tagliare a listarelle il prosciutto, portare ad ebollizione abbondante acqua salata.
Cuocere i ravioli al dante e colarli, sciacquarli sotto acqua fredda per bloccarne la cottura.
Far fondere il burro in un tegame e unirvi il prosciutto, fare rosolare per un minuto e bagnare con 1/2 bicchiere di vino bianco secco, fare evaporare e togliere dal fuoco.
In un recipiente, mescolare la panna con 50g di formaggio grattugiato, il prosciutto ed infine i ravioli.
Imburrare una teglia, deve essere di vetro o porcellana, così la crosta aderisce meglio e non brucia sui bordi.
Mettere un primo strato di ravioli, ricoprire con la scamorza, un po' di formaggio, mettere il secondo strato di ravioli e ripetere l'operazione con i formaggi.
Cuocere in forno per 20 min. fino a quando non ci sarà una bella crosticina.

A questo punto si può scegliere, si fa raffreddare e si congela, oppure si fa raffreddare e si mette la crosta.
In entrambi i casi prima di ricoprire con la pasta foglia, mettere qualche fiocco di burro sulla superficie
Srotolare la pasta sfoglia, decorare la superficie con dei fori, io gli ho fatti a stella, hanno funzione ornamentale e pratica, servono per non fare gonfiare la pasta in cottura. Con i ritagli ho applicato anche delle stelline, bagnatene il retro così s'incolleranno meglio.

Cuocere quindi 20/30 mi. in forno a 180°, sfornate e servite in tavola, farete un figurone garantito, il contrasto della croccantezza della pasta sfoglia si sposa benissimo con la morbidezza filante del pasticcio di ravioli.


Bombyx Mori da 45,90 € (590387) Per il secondo, ho optato per la praticità, sapevo che i miei invitati dopo tutti gli antipasti e il primo ricco, non avrebbero gustato un arrosto, perché ormai pieni, e poi io non avevo voglia di cucinare ancora un contorno ed un secondo, infondo è festa anche per la padrona di casa!!
Vicino a casa mia c'è uno stupendo caseificio, dal produttore al consumatore, ottimi prodotti, prezzi contenuti, di conseguenza....

Misto di formaggi della Valle Varaita con miele e marmellata di mirtilli neri


su di un bel vassoio rosso (usa e getta) ho disposto i formaggi, la commessa è stata così gentile da darmi le etichette per ognuno, ho cercato di divider i più stagionati da quelli freschi. Li ho accompagnati con un miele di tiglio e castagno nostrano, e una marmellata biologica senza zucchero di mirtilli neri, un SUCCESSO, nonostante fossero tutti pieni sono rimasti molto stuzzicati e tutti si sono fatti un mini tagliere.




E' con questo ho finito, spero d'essere d'ispirazione a qualcuno con questo menù di festa, non troppo laborioso, a parte i cigni che richiedo un po' d'impegno tutto il resto è pratico e veloce. A dimenticavo...la sera della vigilia visto che mi sono fatta portare fuori a mangiare una pizza,  ho apparecchiato la tavola, decorata e preparato tutto ciò che mi sarebbe servito l'indomani a portata di mano.


Nessun commento:

Posta un commento