domenica 21 settembre 2014

Snack alternativo, Cestini di piadina gusto pizza

Negli ultime mesi sono diventata dipendente da Pinterest, passo le ore a navigare in cerca di ricette. La cosa che apprezzo di più è che è una finestra sulle cucine del mondo. questa ricetta semplicissima è appunto ispirata da dei tacos.
Questa è la versione più semplice che faccio, ma è molto versatile e si presta ad un'infinità di ingredienti a seconda delle vostre preferenze.
Questi cestini sono perfetti per un buffet, un apericena, per una merenda, semplice ma di sicuro impatto nei vostri ospiti.


INGREDIENTI PER 18 CESTINI:

  • 3 piadine standard (una busta)
  • 18 cucchiaiate di passata di pomodoro di buona qualità, magari un po' rustica
  • 18 cucchiaiate di mozzarella per pizza grattugiata grossa o qualsiasi altro formaggio filante
  • origano a piacere
  • un cucchiaio d'olio EVO
  • sale e pepe q.b.
Sovrapponete le tre piadine e con un taglia pasta di diametro superiore allo stampo da muffin tagliate i dischi di piadina, il mio taglia pasta non è molto affilato, così mi sono aiutata con un batticarne dando dei piccoli colpetti sul bordo in modo da incidere le piadine tutte tre insieme. Io sono riuscita ad ottenere 18 dischi con poco scarto di piadina, non vi preoccupate se non sono tutte perfettamente tonde non lo noterà nessuno.

1
Una volta ottenuti i dischi tagliate lungo il "raggio" del disco,



2
3
in modo da poter piegare la piadina come fosse un cono per poi incastrala nel foro da muffin.
4
ecco il lavoro grosso è fatto.
adesso in una ciotola condite la passata di pomodoro, con olio, sale, pepe e origano, mescolate bene e poi versatene un cucchiaio in ogni cestino. Completate con il formaggio.
La comodità di questa ricetta e che potete preparare i cestini ed infornali all'ultimo minuto.
Passateli in forno a 180° il tempo di far fondere il formaggio e dorare la pasta, sformateli e serviteli tiepidi.

Io ho scelto una ricetta base per presentarveli, ma potete aggiungere verdure, prosciutto, wuster, sott'olii, olive, non c'è limite alla golosità.






Nessun commento:

Posta un commento