martedì 6 gennaio 2015

Gallette des Rois, dolce francese dell'epifania, o Pithiviers

Quando ero ragazzina, un anno per il ponte dell'Epifania il mio papà ci porto a sorpresa nell'entroterra della costa Francese in uno stupendo hotel in stile mediovale. Purtroppo non ricordo ne il nome dell'hotel e neppure il nome del paese. Ricordo soltanto la fantastica atmosfera di questo posto, un hotel in pietra arredato in stile mediovale, tanto che tutto il personale era vestito a tema e anche il menù era composto da piatti antichi della Savoia. Era un inverno anomalo come questo perchè ricordo che c'erano già le mimose in fiore. La sera dell'Epifania c'era stato servito questo dolce, molto semplice ma estramamente buono, solo che non ci era stata spiegata la storia e mia mamma a momenti non si ruppe un dente.
Il dolce fu servito con una corona di cartoncino dorato e poco a poco vedevamo gli altri commensali che ridendo se la mettevano, solo quando mia madre morse qualcosa di duro ci fu spiegato il tutto.
E' usanza nascondere all'interno un confetto, un fagiolo o una figurina di ceramica e chi l'ho trova diventa il Re e deve indossare la corona.
Durante l'anno invece il dolce si serve lo stesso ma senza sorpresa e corona e cambia nome in Pithiviers.


Eccovi la mia ricetta magari siete ancora in tempo a preparare la Gallette des Rois per oggi.

INGREDIENTI:

  • 2 dischi tondi di pasta sfoglia
  • 140g di mandorle pelate (se le trovate con la pelle non disperate, tuffatele per un minuto in acqua bollente, scolatele e la pellicina marrone verrà via facilmente Tra le vostre dita)
  • 140g di burro
  • 125g di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina
  • 3 uova
  • scorza di mezzo limone grattuggiata
  • 2 cucchiai di rhum o mezza fialetta di aroma di rhum
  • Zucchero a velo per guarnire
Per prima cosa tritate nel robot da cucina le mandorle con lo zucchero finemente, aggiungete il burro e frullate ancora, poi unite farina, limone, rhum e infine un uovo alla volta sempre frullando.
Srotolate la pasta sfoglia e sul primo disco, sistemato già sulla teglia da forno, stendete la crema ottenuta lasciando un bordo di circa 2 cm. A questo punto nascondete la vostra sorpresa, visto i precedenti della mia famiglia ho nascosto una mandorla intera, per non dovere pagare un conto dal dentista. Spennelate il bordo con metà dell'uovo avvanzato leggermente sbattuto.


Chiudete con l'altro disco sigillando bene i bordi e ponete in frigorifero a riposare almeno un'ora.
Scaldate il forno a 220° e dopo avere spennalto la superficie con il restante uovo e avere fatto delle incisioni a spirale cuocete in forno per circa 30 minuti.

Lasciate raffreddare prima di servire e....buona caccia al Re!


Buona EPIFANIA che tutte le feste si porta via....

Nessun commento:

Posta un commento