sabato 21 febbraio 2015

MANGIA CIO' CHE LEGGI # 20: Salmone glassato alla Canadese da "Ricordati di sognare" Ruin vol.1 di Rachel Van Dyken

Alla fine di gennaio ho letto questa bellissima storia, sicuramente non sarà il romanzo del secolo ma è una storia meravigliosa, romantica, ironica e soprattutto piena di buoni sentimenti e tanta speranza. Il protagonista Weston, ci fa sognare, tutte noi, ragazzine dentro, avremo voluto incontrare o speriamo ancora di farlo, un principe azzurro così. Perchè diciamolo non si smette mai di sognare!
Consiglio questa storia, a chi si vuole emozionare e staccare la testa per qualche ora, finito questo romanzo ho provato un senso di vuoto, ma nel senso positivo, pace e speranza.
Ho deciso così di provare a ricreare una cena narrata verso la fine della storia, non dirò altro per non fare spoiler, ma a Wes a quanto pare piace molto il FILETTO DI SALMONE.

TRAMA:
Per due anni, è come se non avessi vissuto; ero persa in un baratro di dolore, da cui credevo non sarei più riemersa. Poi ho incontrato Wes Michels. Lui è il raggio di sole che ha squarciato le tenebre della mia esistenza, la luce che mi ha ridato la speranza e la forza di ricominciare. Mi sono affidata ciecamente a lui, anche quando tutti mi dicevano di non farlo: Wes è troppo ricco, troppo impegnato a diventare la nuova stella del football e, soprattutto, troppo corteggiato per rimanere fedele a una ragazza come me. Non sanno quanto si sbagliano. Non conoscono il suo cuore e sono all’oscuro del suo segreto. Su una cosa però avevano ragione: non avrei dovuto innamorarmi di lui. Ho paura che, se resterò ancora una volta sola, sprofonderò di nuovo nel baratro. Perché adesso so che ogni giorno passato con Wes potrebbe essere l’ultimo…
Letto, riletto, commentato e consigliato da legioni di fan in tutto il mondo, Ricordati di sognare è un romanzo struggente e carico di speranza. Perché quella fra Kiersten e Wes è una storia d’amore unica come ogni storia d’amore, e universale come solo le grandi storie d’amore sanno essere.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
per la salsa canadese:

  • 1/2 tazza di sciroppo d'acero
  • 1/2 tazza di senape di dijione
  • 1/4 di tazza di salsa di soia
  • 1/8 di tazza di aceto di mele
  • 2 cucchiai d'olio d'oliva
  • un granello d'aglio secco o per chi preferisce uno spicchio schiacciato
per il salmone:
  • filetto di salmone 300g
  • salsa Canadese
per l'accompaganmento:

  • patate fondant 
  • riso parboiled lessato o cotto a vapore o pilaf, nella dose di 80g a persona (peso crudo)
 Per prima cosa preparate la salsa Canadese, mettendo tutti gli ingredienti in un pentolino anti aderente e mescolando bene con una frusta, fino a fare sciogliere bene la senape.
Portate a bollore e poi abbassate la fiamma al minimo e fate restringere per 8 minuti, mescolando di tanto in tanto, toglietene 4 cucchiai e teneteli da parte e fate ridurre la salsa per almeno altri 10 minuti, risulterà molto sciropposa, scura e densa, fate raffreddare e trasferite in una salsiera.

Accendete il forno a 200°, e scaldate una padella o una griglia affinche sia ben calda, adagiategi il filetto di salmone dalla parte della pelle e rosolatelo per 5 minuti per lato.Deve giusto cicatrizzarsi la superficie non cuocere, trasferitelo in una pirofila da forno, io l'ho adagiato su un foglio di carta forno per non farlo attaccare. cospargetelo con la salsa Canadese tenuta da parte e ponete in forno nel ripiano basso per 15 minuti, poi spostatelo nel ripiano alto per altri 10 minuti per farlo caramellare.

Dividetelo in due parti e siete pronti per inpiattare.
Io ho scelto di accompagnarlo del riso a vapore, sistemato a cupoletta, riempite una ciotola con il riso pressate un po' e rivoltatela sul piatto, e delle patate fondant.
Ho decorato il riso con del pepe rosa macinato e del prezzemolo, e ho servito il tutto accompagnato con altra salsa ristretta per condire il riso.
Buon appetito e.....ricordatevi di sognare!




Nessun commento:

Posta un commento