lunedì 4 maggio 2015

Crema di fave secche con timo selvatico della mia amica blogger Sara di "Annonelbosco.blogspot.com"

Questa ricetta non è farina del mio sacco ma della mia amica Sara, blogger di "ANNO NEL BOSCO".


Sara blogger di "ANNO NEL BOSCO"

Una ricetta semplicissima, nata tra di noi mentre chattavamo, arricchita da timo selvatico raccolto nelle sue passeggiate tra i boschi.
Naturalmente se come me non siete grandi escursionisti, o non avete una cara amica che può raccogliere le erbe selvatiche per voi, utilizzate tranquillamente del timo fresco coltivato.

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 300g di fave secche (le trovate facilmente al supermercato, in pratici sacchetti)
  • brodo vegetale
  • 3 cucchiai d'olio extra vergine più 4 cucchiaini per servire
  • pepe nero macinato al momento
  • un mazzetto di timo selvatico fresco (o coltivato)
  • un dado di soffritto
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale q.b.



Consiglio per questa ricetta un tegame in coccio, ma se non l'avete utilizzate una casseruola dai bordi alti di buona qualità.
Lasciate le fave secche a bagno coperte d'acqua in un recipiente per una notte.
Scolatele e sciacquatele per benino. Scaldate l'olio nel tegame con il dado di soffritto e dei rametti di timo interi, quando le verdure del soffritto cominciano a friggere bagnate con il vino e aggiungete le fave, mescolate e cuocete per 5 minuti, coprite poi di brodo vegetale 2 dita sopra le fave, aggiustate di sale e portate a bollore. Dopodichè abbassate la fiamma e fate sobbollire per un'ora, passato questo tempo provate a schiacciare le fave con la forchetta se si spappolano sono pronte, altrimenti aggiungete un po' di brodo e continuate ancora qualche minuto.
Eliminate il rametto di timo, e con il frullatore ad immersione rendete tutto a crema.
Al momento di servire, condite con delle foglioline di timo, una macinata di pepe e un filo d'olio, accompagnate con pane casareccio o crostini.

E' già ottima e delicata così ma se volete dare una sferzata di gusto, aggiungete del proscitto crudo tagliato a listarelle e beveteci insieme un buon vino rosso corposo.

Spero che con la bella stagione, la mia collaborazione con ANNO NEL BOSCO porti nuovi sapori e nuove ricette direttamente dalle montagne!

2 commenti:

  1. Grazie amica mi hai fatto un bel regalo penso anche a chi prova questa ricetta, così semplice ma ricca di sapore e profumi ...alle prossime erbette !!!

    RispondiElimina