giovedì 23 luglio 2015

Le Ricette di Zia Lucia

In questi giorni mi è stato fatto un grande dono, mi è stato permesso di sfogliare e leggere un quaderno di ricette molto vecchio, scritto a mano in bella grafia con parole ed ingredienti antichi. Una cosa molto emozionante per me che amo cucinare, una finestra sulle cucine di 40 anni fa se non di più. Oggi  vi parlo quindi di queste ricette, come si dice oggi, "vintage".

La cosa che spicca subito all'occhio è la semplicità degli ingredienti, perchè una volta molti di quelli che noi consideriamo ormai di uso comune, erano "esotici" o proprio sconosciuti. Per non palare che poi in Piemonte l'uso dell'olio era molto raro e si prediligeva il burro e qui sotto ve ne do' la dimostrazione con la ricetta del Pesto.

Basilico una bella manciata
Uno spicchio d'aglio
Formaggio grattugiato
1 hg di pinoli
1hg di BURRO
Tritare tutto poi si aggiunge il burro (serve per il sugo alla pastasciutta)

Ecco cosa intendevo, adesso non ci passerebbe mai di preparare il pesto ligure con il burro...


Un'altra ricetta che mi ha colpito è " ARROSTO ALLA MERICANA" penso s'intendesse l'arrosto all'Americana, nulla di particolare ma mi ha fatto sorridere la semplicità della scrittura del titolo della ricetta.
Far cuocere l'arrosto con cipolla aglio burro quando è rosolato da tutte le parti versare vino buono. Barbera o nebbiolo farlo cuocere adagio.
Da parte si fa prezzemolo e funghi e un po' tutte le verdure colta. Si passa e si aggiunge nel stato già cotto l'arrosto quando il piatto è ben preparato si versa la salsa e si porta in tavola.
Ho scovato anche un rimedio naturale che può tornare utile a tutte noi donne che non conoscevo.
Per infiammazione o cistite
far bollire per un minuto 6 gratacùi in un bicchiere d'acqua per coprirli per un quarto d'ora e si può bere con un po' di miele o zucchero

Per gratacùi s'intendono le bacche della rosa canina.
Ho sfogliato mille volte questo prezioso quadernino, e ogni volta ne vengo rapita, spero di avere la fortuna di trovarne ancora, ma sopratutto grazie a Zia Lucia che ci ha lasciato questa perla.







Nessun commento:

Posta un commento