sabato 26 dicembre 2015

Resoconto di un Natale da foodblogger

Cena della Vigilia
Pranzo di Natale

 E come promesso un piccolo resoconto di questi giorni di festa passati a tavola.
Sono molto soddisfatta di come è andata, sono riuscita ad organizzarmi bene ed ottenere un gran risultato senza affaticarmi troppo e senza inutili sprechi di cibo.

La cena della vigilia è stato un buffet/apericena, seduti a tavola, in un certo senso è un paradosso ma con due bambine di tre anni è stata un'esigenza per non impazzire.
Il pranzo di Natale, tradizionalmente si è svolto a tavola ma con una sequela di antipasti è un piatto unico preparato sul momento.

programmi di lavoro
L'organizzazione mi ha permesso di preparare con i giusti tempi tutto e di curare la tavola e i dettagli senza fare inutili levatacce. Ho deciso i menù almeno due settimane prima, così da preparare alcune cose come i mini-panetoni gastronomici e i bastoncini di sfoglia e congelarli, ho fatto la spesa il venerdì prima lasciando i deperibili all'ultimo come le verdure in modo da non affannarmi nei caotici supermercati. Per la vigilia ho optato per vassoi usa e piatti usa e getta, così da non ritrovarmi a lavare stoviglie o svuotare la mattina di Natale lavastoviglie super cariche.
Mi sono scritta entrambi i menù decisi su due fogli e suddiviso per giorni le cose da fare, in modo da non dimenticarmi nulla e fare tutto al momento giusto, devo dire che questo è stato un valido aiuto per non perdermi nella mia cucina.



La scelta del piatto unico a Natale è stata un successo, molto apprezzata da tutti, ci siamo alzati da tavola sazi ma non appesantitti, tanto che tutti abbiamo fatto ancora uno spuntino alla sera.

DETTAGLI DALLA VIGILIA


DETTAGLI DAL PRANZO DI NATALE













Nessun commento:

Posta un commento