mercoledì 20 settembre 2017

Ratatouille al forno

Prima che finisca ufficialmente l'estate che ne dite di una ratatouille, l'ultima della stagione? Lo ammetto questa ricetta non è mia ma l'ho presa dal libro di Rachel Khoo "La piccola cucina Parigina".
Io la ratatouille l'ho sempre preparata in padella avendo sempre problemi a far cuocere le verdure in maniera uniforme questa versione di Rachel Khoo è perfetta e la cottura in forno vi permette di avere del tempo libero per fare altro.
Come sempre ho preso una ricetta già scritta e l'ho personalizzata a mio gusto.

 INGREDIENTI per 6 porzioni:

  • 1 spicchio d'aglio
  • 1/mezza cipolla bionda
  • 3 rametti di timo
  • 1 rametto lungo di rosmarino
  • 1 melnzana tonda media
  • 2 zucchine medie
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 12 pomodorini
  • 1 cuchciaino di zucchero di canna
  • sale e pepe q.b.
  • 6 cucchiai d'olio evo più un filo per la teglia
Accendete il forno a 180°. 

Lavate tutte le verdure e spuntate le ai peperoni rimuovete anche i filamenti interni e i semi. 
Tagliate ogni verdura con la mandolina, in modo da creare delle fettine sottilissime; visto che la melanzana è un ortaggio abbastanza grosso nelle dimensioni io l'ho tagliato a metà in modo da riuscire a passare sul utensile. I peperoni li ho tagliati in quarti e la zucchina l'ho affittata per lungo. Lo spicchio d'aglio lasciatelo con la sua pelle, battetelo con con la lama di un coltello per piatto il palmo della mano, in modo che si schiacci rivelando il suo cuore senza però sbucciarsi completamente. Lavate e asciugate anche le erbe.

 Scaldate l'olio in una larga padella antiaderente con lo spicchio d'aglio e la cipolla quando cominceranno a sfrigolare aggiungete le fettine di melanzana e cuocetele per 5 minuti rigirandole sovente in modo da farle appassire. Nel frattempo avrete foderato una teglia possibilmente in metallo con della carta forno leggermente unta.
Unite le verdure affettate i pomodorini alle melanzane, condite con sale e pepe, mescolate per bene e trasferite nella teglia. Aggiungete sulla superficie delle verdure i pomodorini interi come fossero gemme incastonate e sistemate qua e là i rametti di timo e quello di rosmarino spezzettato.
 Coprite bene la teglia con un foglio di carta stagnola ben chiusa e infornate per circa un'ora, passato questo tempo rimuovete la stagnola e gratinata ancora per 10 minuti alla massima potenza.
Servitelo subito direttamente nella teglia perché è un contorno rustico ed è bello che vada in tavola così. 

Se eventualmente volete prepararlo in anticipo, la parte della cottura con la stagnola fatela solo di 50 minuti. Quando sarà ora di servire infornate la teglia a 180° senza stagnola per gli ultimi 20 minuti. 
È ottimo caldo, appena fatto m anche freddo il giorno dopo. La cosa più bella di questa preparazione, è che mentre cuoce voi avete tempo per preparare qualcos'altro o rilassarvi leggendo un libro.




1 commento:

  1. Un piatto che fa sempre mia madre con le verdure di questa stagione viene ancora più buona. Un saluto

    RispondiElimina