lunedì 28 maggio 2018

Impasto all'olio della signora Maria, per torte salate e sfizi vari


Grazie alla ricetta della mamma della mia amica Debora, ho trovato una valida alternativa alla pasta brisè e alla pasta sfoglia. Non che questo impasto vada a sostituire gli altri, ma è una variante molto valida, una volta cotta risulta friabile e saporita nonostante abbia una minima quantità di grasso.
Con questa dose riuscite a ricavare 2 basi per torte salate di circa 24 cm di diametro con relative decorazioni. Si può congelare, avvolgete la palla d'impasto in pellicola trasparente e quando vi servirò basterò tenerla un'ora a temperatura ambiente.
Di solito quando la preparo, metà la uso subito e l'altra metà la congelo per la prossima volta.

INGREDIENTI per circa 500 g d'impasto:
  •  350 g di farina tipo 1
  • 1 uovo
  • 80 ml olio di semi di girasole, se volete un gusto più deciso potete usare l'olio EVO
  • 80 ml bicchiere vino bianco secco
  • 40 ml d'acqua
  • Un pizzico di sale

Io ho utilizzato il bimby per impastare tutti gli ingredienti, 30 secondi vel.5 e poi 1 minuto a velocità spiga, ma potete utilizzare una planetaria o mettere tutto in un recipiente e impastare a mano.
Alla fine otterrete un'impasto compatto e liscio tipo la pasta frolla ma elastico come il pane.


Per fare una torta salata da circa 24 cm vi basterà metà dell'impasto.



Mi sono stupita di quanto sia facile lavorare questa pasta, si riesce a stendere facilmente anche di spessori sottilissimi, quasi una sfoglia trasparente. Proprio questa caratteristica lo rende versatile per preparare non solo torte salate, ma anche rustici, fagottini, cestini, largo alla vostra fantasia.

Una volta cotta, sarà più friabile di una pasta brisè, croccante al punto giusto, perfetto per ripieni anche liquidi, non necessità di "cottura in bianco".
Io ho provato anche a ripiegarlo un paio di volte su se stesso per poi stenderlo come una pasta sfoglia è il risultato e che sono venuti dei rustici fantastici che non mi hanno fatto rimpiangere la pasta sfoglia.
Insomma è stata una vera scoperta, che ora mi toccherà esplorare e sperimentare in tutte le sue declinazioni.

Nessun commento:

Posta un commento