sabato 28 febbraio 2015

MANGIA CIO' CHE LEGGI # 21: AMOR POLENTA per "BUONANOTTE AMORE MIO" di Daniela Volontè

Dopo tanti romanzi belli ma drammatici finalmente una storia d'amore vera, un innamoramento lento che parte dai piccolo gesti e non dalla sfrenata passione corporea. Scritto magnificamente, nonostante non ci siano grossi colpi di scena o drammi o personaggi tormentati ti conquista dalle prime righe cullandoti verso la fine, non sono riuscita a staccarmi un attimo!
Nonostante non ci siano piatti specificati ho deciso comunque di dedicargli uno spazio nella mia rubrica "mangia ciò che leggi" perchè è una storia che voglio condividere con tutti voi per quanto mi è piaciuta, visto che viene spesso citata la città di Varese, vi proporrò un suo dolce tipico rivisitato da me, l'AMOR POLENTA.

per acquistare
TRAMA:
Valentina Harrison lavora a Milano, in un’agenzia pubblicitaria internazionale. È intelligente e precisa, ma poco appariscente, per questo passa spesso inosservata. Non ha alcuna passione per i bei vestiti, i tacchi, le borse, lo shopping in generale e, pur amando la città, preferisce vivere in un tranquillo paesino di provincia.

James Spencer, affascinante e snob, vive negli Stati Uniti. Quando un problema mette in crisi l’agenzia e lui viene convocato a Milano per risolverlo, i due, opposti in tutto, si conoscono. Il loro primo incontro si rivela un totale insuccesso: James è un uomo che cura l’aspetto fisico e la sciatteria di Valentina lo innervosisce, in più è burbero e le si rivolge con poco garbo. Lei, invece, è gentile, dolce e attenta ai piccoli ma essenziali gesti. Eppure, sin da subito cade vittima del suo fascino. L’obiettivo di James è salvare l’agenzia dai guai in cui versa e, consapevole dell’affidabilità di Valentina, decide di coinvolgerla per raggiungere l’importante meta professionale. Ma questa collaborazione forzata farà assumere al loro rapporto sfumature davvero inaspettate…

INGREDIENTI:
  • 150g di zucchero bianco
  • 50g di nocciole
  • scorza di un'arancia grattugiata
  • 150g di burro morbido
  • 100g di farina di mais fioretto
  • 60g di farina 00
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • un po' di burro e farina per imburrare lo stampo
Nel robot da cucina tritate alla massima potenza le nocciole con lo zucchero e la scorza d'arancia per 40 secondi.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti e frullate finchè non avrete un composto omogeneo.
Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake
 Versate l'impasto all'interno e battete lo stampo sul tavolo per fare uscire le bolle d'aria dall'impasto.
coprite con un foglio di carta stagnola.
Cuocete in forno già caldo a 180°, 20 minuti coperto e altri 20/30 minuti scoperto, dipende dal vostro forno, fate una prova stecchino dopo i primi 35 minuti.
Una volta cotto fate raffreddare il dolce su una griglia.

Spolverizzate di zucchero a velo e servite a fette, perfetto per la merenda, ma se accompagnate con una salsa al cioccolato o ai frutti di bosco può diventare un perfetto dessert.



5 commenti:

  1. Ciao Valentina, conosco bene questo dolce, quindi grazie tantissimo per averlo abbinato al libro... è perfetto!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Daniela per la bellissima storia che hai scritto, ho divorato il tuo romanzo!

      Elimina
    2. E io tra qualche giorno proverò a seguire la tua ricetta... così divoro il tuo dolce! Grazie ancora di cuore!!!

      Elimina
  2. grande Vale lo faccio di sicuro !

    RispondiElimina