sabato 19 settembre 2015

MANGIA CIO' CHE LEGGI # 46: brioche alla crema ( ricetta bimby) da "L'amore è uno sbaglio straordinario" di Daniela Volontè


Come definirei questo romanzo? un balsamo per il cuore, dolce è delicato. Una storia romantica ai tempi dei social che diventa qualcosa di vero, di profondo, di forte. Un personaggio femminile forte e determinato a proteggere il suo Amore davanti agli imprevisti sgradevoli della vita, un uomo che impara a fidarsi del suo cuore per tralasciare tutte le brutture che lo circondano.
La penna di Daniela Volonté ci accompagna in questa storia accarezzandoci senza creare colpi di scena devastanti ma scrivendo di cose che potrebbero accadere ad ognuno di noi, con parole fluide che si insinuano nel nostro cuore per farci innamorare ancora una volta dei suoi romanzi.Ho amato "Buonanotte amore mio" e non avevo dubbi che anche questo libro mi avrebbe conquistato!
TRAMA:
Melissa vive a Milano e lavora come ricercatrice all’università. Un giorno acquista un iPad a un’asta e si rende conto che contiene ancora parecchi file del proprietario precedente. Chi lo ha usato prima di lei doveva essere un appassionato fotografo amante di suggestivi paesaggi, scorci urbani e del mare. Affascinata da quelle immagini inizia una ricerca su internet che la porta fino a un certo Leon de Rouc. È solo un nome su Facebook, ma Melissa non resiste e invia una richiesta di amicizia. Riccardo Ferraris, alias Leon de Rouc, vive a Torino ed è un programmatore con il pallino della fotografia. Ha una relazione con una famosa modella di nome Bianca. La sua vita all’apparenza sembra perfetta, ma non lo è. In verità Riccardo odia il suo lavoro, mal sopporta le aspettative dei genitori e non è innamorato di Bianca. Tra Melissa e Riccardo inizia una fitta corrispondenza online, che per lui è come una boccata d’ossigeno. Entrambi, poco per volta, si affezionano a quella strana relazione, anche se sono consapevoli che il loro rapporto è destinato a rimanere virtuale. Ma quando la vita vera irrompe nel loro mondo digitale, nessuno dei due potrà più sottrarsi a dichiarare i propri sentimenti...

Nel libro vengono spesso citate i cornetti e le brioche alla crema, quindi ho colto l'occasione per coccolarmi con qualcosa di dolce come questo romanzo!

INGREDIENTI per 18 brioche:

  • 250g di farina manitoba
  • 250g di farina 00
  • 100g di butto morbido
  • 2 uova 
  • 120g di zucchero bianco
  • 1 bustina di lievito di birra secco o un cubetto
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 125ml di latte a temperatura ambiente
  • 150g di crema pasticcera pronta o fatta in casa (qui la ricetta per farla con il bimby, 150g corrispondono a 1/5 di questa dose, quindi potete prepararla dividendo tutti gli ingredienti per 5)
  • latte per spennellare le brioche
Mettere tutti gli ingredienti tranne la crema pasticcera nel boccale del bimby e frullare per 30 secondi a velocità 6 poi 3/4 minuti a velocità spiga.
Lasciare lievitare all'interno del boccale per 1 ora.

prendere l'impasto e stenderlo con il matterello cercando di dargli una forma regolare rettangolare delle spessore di 1 cm.

Spalmare la crema pasticcera su tutta la superficie lasciando circa 1 cm dai 4 bordi.

Ripiegare il lato sinistro fino a metà della sfoglia e fare lo stesso con il lato destro sovrapponendo leggermente sul alto sinistro.
Premere con il palmo delle mani per fare aderire la pasta, se fuoriesce della crema eliminarla con una spatola.
Tagliate il rettangolo per la lunghezza sulla linea di congiunzione, ognuno di esso andrà ancora tagliato in tre parti.
 Ogni rettangolino ottenuto andrà arrotolato stretto su se stesso ed affettato in tre girelle che andrete a disporre su una placca foderata con carta forno.
 Coprite con un foglio di carta forno e un panno e lasciate lievitare ancora per 40/60 minuti. Vi consiglio di mettere anche della carta forno tra il panno è le brioche per non sporcare la stoffa.
Scaldate il forno a 180° e prima d'infornare spennellate le girelle di latte.

Cuocete per 15/20 minuti, ma controllate dopo i primi 10, devono dorare senza scurirsi troppo, se devo essere sincera quattro della fila dietro vicino alla ventola sono venute un po' bruciacchiate, niente che con un po' di zucchero a velo non possa migliorare!

Sfornate e lasciate raffreddare completamente su una griglia prima di addentarle.
Se 18 brioche vi sembrano troppe, una volte rafreddate potete avvolgerle in carta stagnola e congelarle, basterà ricordarsi la sera prima di tirarle fuori per averle pronte la mattina dopo a colazione.
 Soffici e coccolose, perfette per una romantica colazione a letto in compagnia del proprio amore o dei romanzi di Daniela Volontè.
MANGIA CIO' CHE LEGGI # 21: AMOR POLENTA per "BUONANOTTE AMORE MIO" di Daniela Volontè

Nessun commento:

Posta un commento