sabato 22 novembre 2014

MANGIA CIO' CHE LEGGI #9: Cioccolata calda da "La magia del cioccolato" di Laura florand

Storia romantica ambientata nel centro di Parigi in una cioccolateria dove tutti vorremo andare, con le proprietarie un po' streghe, che servono te e cioccolata come pozioni. questa settimana quindi vi propongo la CIOCCOLATA  di Magalie, ricetta presa così com'è dal libro. Sentirete che profumo in casa, ad ogni sorso sentirete il cuore gonfiarsi di amore e benessere.

dove acquistare
TRAMA:Nella vetrina della Maison des Sorcières fanno mostra di sé una foresta incantata di dolci e una collezione di cappelli a punta per streghe golose di cioccolato che deliziano gli occhi. Nella loro piccola cucina blu, Magalie Chaudron e le sue due zie mescolano desideri in spumeggianti pentole di cioccolata calda. Ma la tranquilla vita della Maison viene scossa dalla notizia che Philippe Lyonnais ha deciso di aprire una delle sue pasticcerie celebri in tutto il mondo proprio in fondo alla strada. Le creazioni di Philippe sembrano vivere di magia propria e attirano folle di donne: sono sensuali quanto il loro creatore. Ma riusciranno a convincere Magalie ad avventurarsi fuori dalla sua torre d'avorio correndo il rischio di assaggiare un diverso cioccolato e un bacio inatteso?


INGREDIENTI:

  •  Un sorriso. Giusto una leggera piega delle labbra. 
  • Due tazze (250 millilitri) di latte intero oppure 200 ml  di panna, per una cioccolata più densa.( consiglio la versione latte perchè c'è il rischio che vi venga una ganache) 
  • Un bastoncino di cannella (oppure mezzo cucchiaino di cannella in polvere)
  • Un baccello di vaniglia (se non avete la vaniglia in baccello,
    è meglio non usarne affatto). 
  • Un pizzico di noce moscata, appena grattata (una punta
    di cucchiaino); se non l'avete grattata al momento,
    aggiungetene un pizzico in più.
  • 225 grammi di cioccolato fondente di
    primissima scelta. La percentuale di cacao dipende dai
    gusti della persona per la quale la state preparando. Il
    cioccolato di copertura al 61% è un buon
    compromesso. 
Lasciate in infusione tutti gli ingredienti sopra elencati (tranne la cioccolata)  per
quindici minuti, mantenendo una temperatura costante,
in modo che il vapore salga delicatamente dal liquido, ma
non si formi la crema (circa 60-65 gradi).
 Togliete il bastoncino di cannella e il baccello di
vaniglia e l'eventuale crema che si è formata se, distratti
da qualcuno come Philippe, non avete calcolato bene la
temperatura. Se preferite un aroma di vaniglia più
intenso, aggiungete al composto i semi all'interno del
baccello.
Aggiungete ili cioccolato fondente,
 Lasciatelo  riposare nel latte per trenta
secondi, poi mescolate con una frusta finché non otterrete
un composto omogeneo.
Abbassate la fiamma. Quando siete pronti per
servirla, mescolatela tre volte, fate un sorriso ed esprimete un desiderio per voi o per la persona che deve berla.


Io ho fatto la versione con il latte, cioccolato fondente al 72%, con i semi della bacca di vaniglia, noce moscata grattugiata al momento e cannella in polvere. (un consiglio dopo che avete inciso la bacca di vaniglia per toglierle i semini, non buttate la scorza, ma inseritela nel barattolo dello zucchero, gli donerà un'aroma strepitoso)
Ho messo in infusione in un pentolino la panna con le spezie a fuoco spento per 2 ore e poi ho scaldato il latte fino a quasi il bollore e poi sciolto il cioccolato all'interno, come per preparare una ganache, Dopo avere sciolto il cioccolato potete aggiustare la densità facendola sobbollire ancora un po'per addensarla o aggiungendo un goccio di latte per diluirla. Con il cioccolato fondente che ho scelto io, rimane molto intensa e amara, quindi abbondate con le spezie, altrimenti se ne perde un po' il sapore.



Nessun commento:

Posta un commento