sabato 10 gennaio 2015

MANGIA CIO' CHE LEGGI # 15: colazione al Clark's di Harry e Marcus da "La verità sul caso Harry Quebert"

dove acquistare
La verità sul caso Harry Quebert, che dire uno dei libri più belli e avvincenti che ho letto negli ultimi anni!
Sono rimasta incollata alle pagine fino alla fine, per tutto il libro mi sono fatta delle idee sui personaggi, sulla storia e poi in un attimo venivano spazzate via dall'abilità dell'autore.
Una grande storia d'amore, d'amicizia, di malintesi, un giallo avvincente, mai volgare o troppo cruento...difficile scriverne senza fare spoiler.
Visto che ho amato molto questo romanzo o deciso di proporvelo abbinandolo a un'ipotetica colazione di Harry al Clark's.
TRAMA:

Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent'anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.

DOSI per 2 colazioni

INGREDIENTI PER I PANCAKES:
  • 300g di farina 00
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 20g di zucchero bianco
  • 2 uova
  • 500ml di latte
  • 1 cucchiaio di burro sciolto
  • sciroppo d'acero
INGREDIENTI PER LE UOVA STRAPAZZATE:
  • 4 uova fresche
  • 4 cucchiai di latte
  • 20g di burro
  • sale epepe
INGREDIENTI PER IL BACON CROCCANTE:
  • 1hg di beacon tagliato in fette spesse da 2 a 3 mm
INGREDIENTI PER GLI ACCOMPAGNAMENTI:
  • mini wuster 90g
  • peperoni verdi e rossi a dadini saltati in padella con salsa worcester
    condimenti
  • salse varie, tipo ketchup, salsa barbecue, tabasco, etc.
  • caffè nero lungo e succo d'arancia
pastella pancake
Accendete il forno alla massima potenza grill, scaldate la piastra da creps o una bella padella antiaderente.
Preparate la pastella da pancakes setacciando insieme gli ingredienti secchi e poi unendo quelli liquidi mescolando energicamente con una frusta per non fare grumi.


Saltate nella padella calda i mini wuster poi i pezzetti di pepereone con la salsa worcester, spostateli in pirofile da forno e metteli da parte.
Sistemate le fette di bacon su una placca da forno foderata da cartaforno e cuocete sul ripiano alto del forno per 10 minuti abbondanti, o finchè le fettine non saranno croccanti,
spegnete il forno e inserite le pirofile con i peperoni i wuester e lasciate riposare al caldo con il forno socchiuso.

Cuocete i pancake nella padella o sulla piastra ben calda, verste delle mestolate non troppo grandi e quando sulla superficie delle fritelle si apriranno delle bolle, rivoltattele e cuocete ancora per un minuto.
Impilate i pancakes uno sull'altro e quando avete finito la pastella copriteli con un panno di cotone a riponeteli anche loro in forno al caldo.
Ora sbattete le uova con il latte il sale e il pepe, fate sciogliere il burro nella padella e verste il composto sopra, appena le uova comiciano a rapprendersi girate velocemente con una spatola e cuocete fino al punto da voi gradito, io le preferisco un po' "bavose".
Ora impattate, uova, pancetta, peperoni,wurster e  pancakes. completate con le salse che preferite e innaffiate tutto con caffè lungo caldissimo.

Magari mangiando questa super colazione proteica anche voi verrete ispirati dallo scrivere "il romanzo Americano".




Nessun commento:

Posta un commento