martedì 5 maggio 2015

Lasagne verdi al Pesto Genovese mascherato....pesto, gorgonzola, prosciutto cotto

Qualche giorno fa vi avevo proposto Gnocchi al pesto Genovese mascherato, una ricetta super facile e ottima, poi nelle mie riflessioni golose ho pensato che non sarebbe stato male preparare anche una versione a lasagna ed eccole qui.
INGREDIENTI per 8 persone:
  • 550g di lasagne secche verdi
  • 400g di gorgonzola dolce
  • 300g di pesto senz'aglio pronto o fatto in casa (se l'ho preferite con l'aglio la ricetta non cambia, io sto aspettando che il mio basilico cresca per farmi il pesto da me)
  • 100g di grana padano grattugiato
  • 200g di prosciutto cotto in fette, poi tagliato a striscioline sottilissime
  • burro per la pirofila
  • 1l di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di pinoli
per la besciamella preparata con il bimby (preparatela come sapete fare voi oppure acquistatene un litro abbondante pronta):
  • 1l di latte
  • 100g di farina
  • 50g di burro
  • 1 cucchiaino di sale
  • noce moscata 
  • pepe nero
Preparate la besciamella inserendo tutti gli ingredienti nel bimby e cuocete 12 minuti a 90° velocità 4.

Trasferite la besciamella in un recipiente capiente e fatela intiepidire.

Uniteci il pesto e mescolate bene per ottenere un composto omogeneo.
Imburrate una teglia rettangolare da forno e ricorpite il fonfo con qualche cucchiaiata di besciamella, poi con uno staro di fogli di pasta.
Procedete con altra besciamella, prosciutto e grana.
Poi ancora pasta, besciamella ma questa volta pezzetti di gorgonzola e grana.
Procedete così in starti alternati fino all'esaurimento della pasta e terminate con besciamella gorgonzola e prosciutto.
Ora versate, possibilmente caldo, il brodo facendolo colare sul bordo in modo da non spostare gli ingredienti, terminate con una spolverata di grana e con  i pinoli.
Coprite con un foglio di stagnola e cuocete per un ora in forno caldo a 180°, il brodo deve ritirasi completamente, poi eliminate la stagnola e se servite subito gratinate la superficie ancora 10 minuti, altrimenti se le preparate in anticipo, lasciatele raffreddare poi a prima di servire le riscaldate in forno, inserendole di nuovo coperte a forno freddo ma impostato a 180°, quando avrà raggionto la temperatura le lasagne saranno pronte, calde al punto giusto da gustare senza ustionarsi.

Come ogni lasagna sono ancora più buone il giorno dopo, e se le avanzate potete congelarle in mono porzione per quando sarete di fretta.

Nessun commento:

Posta un commento