sabato 17 marzo 2018

MANGIA CIO` CHE LEGGI #114: Guinness cheesecake ispirata da "EVAN (O'Connor Brothers)" di AS Kelly


Questo sabato, la rubrica è dedicata ad un romanzo che ho fortemente desiderato, una storia conclusiva della serie O'Connor Brothers di AS Kelly.
Questo quinto libro chiude la serie, la famiglia O'Connor mi mancherà ma EVAN ne è stato la giusta conclusione.
È un personaggio che mi ha catturato sin dalla prima apparizione nel secondo libro della serie, quando il protagonista era Ryan.
Non mi vergogno a dirlo, ma ho stalkerato parecchio l'autrice per farle scrivere una storia su questo "ragazzino", quando annunciato che ci sarebbe stata penso di aver saltato dalla gioia.
La storia di Evan e Kelly ci accompagna a salutare tutta la famiglia, facendoci emozionare e sospirare.
Sono molto contenta di aver letto ancora, di tutti i personaggi e soprattutto di Ryan, il mio fratello O Connor preferito. In questa storia AS Kelly è cresciuta ancora migliorando il suo stile, non vedo l'ora di leggere i suoi nuovi lavori.

Sono rimasta così contenta nello scoprire che Kelly era una pasticcera, questo mi ha dato modo di poter inserire il romanzo della mia rubrica #mangiaciòcheleggi con la Guinness cheesecake. Avrei potuto scegliere tra diversi dolci citati in questo romanzo, ma questa mi sembrava il più adatto per salutare l'irlandese famiglia O'Connor proprio nel giorno di San Patrizio.

INGREDIENTI per 6 persone:
  • 145 g di biscotti Oreo
  • 30 g di burro
  • 600 g di formaggio tipo Philadelphia a temperatura ambiente
  • 2 uova
  • 200 ml di panna fresca
  • 200 ml di birra Guinness
  • Una tazza di zucchero di canna muscovado
Per il topping

  • 80 g di zucchero di canna
  • 40 ml di acqua
  • 2 cucchiai di cacao amaro

Il formaggio dev'essere rigorosamente a temperatura ambiente, così la cheesecake sarà più cremosa e non si formeranno fastidiosi grumi.

Questa dose è per una tortiera a bordi alti  da 18 cm di diametro, se utilizzate una tortiera più grande la cheesecake, verrà più bassa. Vi consiglio di scegliere comunque una teglia a cerniera o con fondo estraibile.

Tritate con il robot da cucina i biscotti Oreo fino ad ottenere delle briciole finissime, aggiungete il burro sciolto e mescolate bene formando un composto come sabbia umida; versate sul fondo della teglia e livellate con le mani in uno strato uniforme.
Riponete in frigorifero a riposare per 30 minuti oppure in congelatore per 10 minuti.

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso; aggiungete la birra e mescolata accuratamente; unite il formaggio e amalgamate il tutto fino ad avere una crema liscia,  unite la panna e mescolate velocemente con una frusta per addensare la crema.

Versate il composto sulla base di biscotti, battete la teglia sul piano di lavoro per far fuoriuscire le bolle d'aria ed infornate in forno caldo a 200° per 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 160° e cuocete per 40/50 minuti. La cheesecake è pronta quando la superficie sarà dorata ma ancora tremolante, se infilzate un coltello la superficie questo deve uscire asciutto. Se per caso vedete che il dolce si sta scurendo troppo coprite con un foglio di carta stagnola.

Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente, in questa fase la cheesecake perderà volume e si abbasserò, è tutto normale!
Preparate poi il topping sciogliendo, mescolando acqua, cacao e zucchero. Portate il tutto a bollore in un pentolino antiaderente, abbassate la fiamma e fate sobbollire per 30 secondi circa, finché la salsa non velerà il cucchiaio.
Versate sul centro della cheesecake e ponetela coperta da pellicola trasparente in frigorifero a riposare per una notte.

Se volete fare come kelly, servitela accompagnandola con una pallina di gelato.



Buona lettura e buon San Patrizio!



SINOSSI E LINK D'ACQUISTO:
  Ci ho provato a essere un O’Connor. Ho cercato di correre più veloce, di essere più brillante. Ho provato a renderli orgogliosi, a dimostrargli che meritavo un posto tra i vincenti, ma sono rimasto sempre alle loro spalle e sapete perché? Perché quando ci sono gli O’Connor tutti spariscono, figuriamoci uno come me. Io sono e resto il piccolo Evan. E certe cose non cambiano. E allora cosa fai quando non sei in grado di dimostrargli il contrario? Quando non puoi renderli fieri, cosa fai? Fai quello che si aspettano: li deludi. Gli dai la versione peggiore di te. E ci stavo talmente bene in quei panni che non avevo alcuna intenzione di indossarne degli altri. Non avevo bisogno di loro e loro non avevano bisogno di me. E poi. E poi è arrivato quello che non mi aspettavo. È arrivato quello che la vita aveva davvero in serbo per me. E ci ho creduto. E mi sono ritrovato. E mi sono innamorato. E le ho regalato l’unica versione di Evan Kane che meritava. E ho fatto promesse. E ne ho fatte tante. E ho provato a mantenerle tutte, tranne l’unica promessa che mi aveva chiesto di non fare. E ora lei non ci crede più. Ho deluso l’ultima persona che avrei mai voluto deludere. E ora non ci credo più neanche io. Perché senza di loro non c’è niente in cui valga la pena credere. ROMANZO AUTOCONCLUSIVO O'Connor Brothers Series #5 *** ULTIMO CAPITOLO ****

2 commenti:

  1. Evvaiiii valeeee ... dopo questa ricetta non posso non leggere questa serie ☘️☘️☘️☘️

    RispondiElimina