martedì 13 marzo 2018

Treccia di sfoglia ripiena di radicchio tardivo e stracchino


Al radicchio tardivo non posso resistere, ho provato a giocare con la sua dolcezza abbinandolo all'aroma dell'aglio nero e all'aceto balsamico, ho poi adagiato tutto su un letto di stracchino e richiuso in una treccia di sfoglia creando così un antipasto fragrante e gustoso, che può essere perfetto anche come secondo piatto vegetariano.


INGREDIENTI PER 6 PERSONE:
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 2 cespi piccoli di radicchio tardivo di Treviso o 1 grande
  • 125g di stracchino
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 2 spicchi di aglio nero
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiai d'olio evo
  • latte q.b. 
  • 1 cucchiaio di sesamo nero o bianco

Con un coltello affilato, tagliate via il fondo dei cespi e le foglie esterne più brutte, lavateli sotto acqua corrente e tagliateli a fette larghe due dita. Tagliuzzate anche l'aglio nero.
Scaldate l'olio con l'aglio nero e quando comincia a sfrigolare, aggiungete le foglie di radicchio. Condite con sale e pepe e rosolate per un paio di minuti, sfumate con l'aceto balsamico e continuate a cuocere per altri 5 minuti mescolando sovente, togliete dal fuoco e tenete da parte.
Accendete il forno a 180°.
Srotolate la pasta sfoglia lasciandola sulla sua carta forno e spalmate due terzi di stracchino esattamente al centro della sfoglia come potete vedere in foto.
Sopra distribuite le foglie di radicchio dopo che avrete eliminato l'aglio, fate colare sopra lo stracchino rimasto.
Con un coltello tagliate la pasta sfoglia dei bordi liberi in tante striscioline, circa 16 da ogni lato.
Ripiegate ora verso la farcia le due estremità e iniziate ad intrecciare le striscioline di pasta sfoglia sopra.
Spennellate la treccia con un poco di latte e cospargete sulla superficie il sesamo nero. Trasferite la treccia con la carta forno su una leccarda e infornate per circa 35 minuti finché la sfoglia non sarà bella gonfia e dorata. Se in cottura " scapperà" del ripieno, non disperate basterà far raffreddare la treccia prima di rimuoverla dalla carta forno.
Una vera delizia che ci fa passare dall'inverno alla primavera, o almeno speriamo visto il clima di questi giorni.


Nessun commento:

Posta un commento