lunedì 29 settembre 2014

Dadi di soffritto e Aglio secco...trucchi per insaporire senza appesantire

la cosa che odio di più è avere l'alito pesante dopo mangiato, un po' per rispetto del prossimo ed un po' perché faccio fatica a digerire aglio e cipolla.
Il problema e che senza questi due, molte ricette rimangono scialbe.
io utilizzo due piccoli trucchi che troverete spesso nelle mi ricette, perciò ho deciso di condividerli con voi.

Il profumo dell'aglio, è fantastico, ma non vi è mai capitato di mangiare qualcosa dove ve ne sia troppo o di andare in ufficio e morire asfissiati da qualche collega?
Io poi da qualche anno non l'ho digerisco più, però il pesce o il pesto ligure senza sono delle eresie.
Tra gli scaffali delle spezie ho trovato L'aglio secco in briciole o in polvere. Rispetto a quello che è indicato sulle confezioni, io ne uso una briciola ho un mini pizzico di quello in polvere, l'unico accorgimento è di non metterlo subito nell'olio mentre si scalda ma di aggiungerlo con gli ingredienti grossi, altrimenti si brucia in fretta.
Vedrete che così avrete profumo e gusto senza strascichi di cattivo odore e brutte digestioni.







Il secondo trucco è per il soffritto, usando il Bimby o un robot da cucina qualsiasi, io frullo sedano, carote e cipolle o scalogno insieme, poi riempio lo stampo dei cubetti del ghiaccio, congelo e una volta duri li sposto in un sacchetto, così ho sempre la porzione giusta.
Io poi preferisco mettere più carote e sedano della cipolla, e avere un composto fine, che in cottura si amalgami bene e in maniera invisibile.
In questo modo ho un soffritto gustoso ma delicato.

Nessun commento:

Posta un commento