domenica 11 ottobre 2015

Orecchiette (più o meno) al farro al sugo di zucca e nocciole

Come promesso ecco le mie orecchiette "brutte" alla farina di farro, condite con un sugo in linea con la loro filosofia, per creare un piatto sano, direi vegano, ricco di sapore e colore grazie alla zucca.
INGREDIENTI per 4 persone:

  • dose di pasta fresca al farro senza uova (la ricetta ve l'ho data con il post di venerdì 09 ottobre)
  • farina di farro per la lavorazione
  • 250g di zucca già pulita
  • 3 cucchiai d'olio EVO
  • qualche foglia di alloro fresco
  • 1 scalogno piccolo
  • sale e pepe q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco o di birra bionda
  • 50g di nocciole
  • 1 grattata di noce moscata

Con la dose di pasta fresca al farro senza uova, preparate le orecchiette, dividendo il panetto in 8 palline che dovrete trasformare in rotolini della circonferenza di circa 1cm.
Da questi ricavate tanti gnocchetti, sempre di 1 cm circa. Lavorate la pasta su un piano (meglio se di legno o marmo) leggermente infarinato.
 con il dito indice schiacciate ogni cubetto di pasta al centro sulla spianatoia infarinata,formando un incavo, è più facile a farsi che a dirsi.

In questo modo otterrete delle specie di orecchiette o cappelli dei Puffi, come dicono le mie figlie...
Man mano che le fate, trasferitele su un vassoio infarinato, distanziate tra loro e fatele asciugare per almeno un'ora a temperatura ambiente. Se avete tempo anche una mezza giornata.

Preparate il sugo, tagliate a cubetti piccoli la zucca giù pulita, spellate lo scalogno e lavate l'alloro, asciugatelo bene con carta da cucina.
 Scaldate l'olio in una saltapasta insieme allo scalogno e all'alloro, quando comincia a sfrigolare, aggiungete la zucca mescolate e rosolate per 3 minuti a fiamma vivace. Aggiustate di sale e pepe, sfumate con il vino o la birra, abbassate il fuoco e cuocete finchè la zucca non sarà morbida e si sfalderà al tocco con la forchetta.

 Rimuovete le foglie di alloro e passate tutto al minipimer, io ho trasferito il tutto nel bicchiere del frullatore per ottenere una bella crema fluida, dopodichè ho riversato tutto nella salta pasta e ho fatto restringere la salsa ancora per 5 minuti a fiamma alta.

Tritate con una grattata di noce moscata le nocciole, lasciatele abbastanza grosse, devono sentirsi sotto i denti.
 Trasferitene metà nella crema che avrete tolto dal fuoco e mescolate.

 Portate a bollore abbondante acqua salata come da vostro gusto e lessate per 20 minuti le orecchiette, controllate la cottura ogni tanto perchè varia a seconda dello spessore che gli avete dato.
Scolatele  e trasferitele nella pentola saltapasta, accendete il fuoco al minimo sotto e mescolando fate insaporire le orecchiette nella salsa per un paio di minuti.

 Servite subito e caldo spolverizzando ogni piatto con la granella di nocciole avanzata e una macinata di pepe.

Naturalmente questa crema potrete usarla anche con altri tipi di pasta e formati, ma la dolcezza della zucca si sposa perfettamente con il sapore intenso del farro.

Nessun commento:

Posta un commento