martedì 2 ottobre 2018

Panna cotta ai lamponi (congelati)

 So che ormai l'autunno è arrivato e i lamponi sono difficili da reperire se non a prezzi pari alle gemme preziose, ma quest'estate ho fatto la formichina e  mi sono fatta la scorta di piccoli frutti nel congelatore per preparare gustosi dessert per tutto l'inverno.

Non vi preoccupate se non avete scorte pronte, potrete correre al supermercato e acquistare i frutti di bosco congelati e sostituirli ai soli lamponi nella stessa quantità.

La panna cotta seppur buona, può essere considerata un dessert noioso sopratutto se coperta da insulsi sciroppi alla frutta, ma con un po' di fantasia si può aromatizzare con ingredienti freschi per renderla un dessert raffinato. L'aggiunta di frutta la rende leggera al palato perfetta come conclusione di una cena importante.

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 500 ml di panna fresca
  • 200 g di lamponi o frutti di bosco a scelta congelati
  • 5 cucchiai generosi di zucchero di canna
  • 6g di colla di pesce
Per prima cosa dovete mettere a bagno in un recipiente i fogli di colla di pesce per almeno 10 minuti, in modo che si ammorbidisca e preparare quattro ciotole.
Frullate poi i lamponi congelati (o i frutti di bosco) con lo zucchero. Otterrete praticamente un sorbetto, non mangiatelo tutto (è veramente difficile resistere) e tenetelo da parte. Portate a bollore la panna, subito dopo aggiungete il composto di lamponi; riportate a bollore sempre mescolando.
 Filtrate la panna con un colino, così eliminerete i semini dei lamponi e il dessert sarà più piacevole da gustare. Strizzate la gelatina e aggiungetela alla panna che avrete rimesso sul fuoco; mescolate con la fiamma al intimo finché la gelatina sarà completamente sciolta. Trasferite subito la crema nelle coppette, io ho utilizzato uno stuzzicadenti per scoppiare le bollicine d'aria formatesi in superficie, è un passaggio che ha una funzione puramente estetica, non è fondamentale.
Lasciate raffreddare completamente a temperatura ambiente per poi trasferire le coppette in frigorifero per minimo 4 ore.

Ho scelto di decorare questo dessert con una grattugiata di cioccolato bianco e qualche foglia di menta, ma andrà bene anche del cioccolato al latte  fondente oppure una granella di pistacchi o mandorle.

Il sapore asprigno dei lamponi rende la panna cotta più fresca e accattivante, perfetta per concludere un pasto lungo e ricco come quelli domenicali.

Nessun commento:

Posta un commento